X

Menu

Un progetto di Matera Capitale Europea della Cultura 2019
e co-prodotto da #reteteatro41 e la Fondazione Matera-Basilicata 2019

Matera 2019

Matera 2019

Matera, una delle città più antiche al mondo, dal 17 ottobre 2014 è la Capitale Europea della Cultura per il 2019. Il dossier di candidatura di Matera a Capitale Europea della Cultura ha previsto alcuni progetti realizzati dalla Fondazione Matera – Basilicata 2019 in co-creazione con la scena creativa lucana.

#reteteatro41

È il project leader selezionato con il progetto di co-creazione
“La poetica della vergogna”. La compagnia teatrale Petra è il responsabile
del progetto per la rete.

Il progetto ‘La poetica della vergogna’

Un percorso artistico-teatrale che porta alla creazione di uno spettacolo sul tema della vergogna coinvolgendo diversi artisti di rilievo internazionale.

Il progetto attiva un dialogo aperto fra culture diverse mettendo in relazione soprattutto Est e Ovest dell’Europa nel tentativo di costruire uno spazio culturale comune e  di valori condivisi.

Da Matera 2019 e attraverso il nostro progetto verranno lanciati messaggi utili a costruire un futuro per la nuova Europa.

Il tema della vergogna

È uno dei 5 temi che sono alla base del progetto di Matera 2019 all’interno del tema più generale  “Continuità e Rotture“. Questo tema si fonda sul presupposto che dall’analisi della vergogna (che ha fatto capolino sia nella storia di Matera che in quella di tutta l’Europa) si  possa ribaltarne il significato.

Le azioni e gli artisti

Il progetto vede la direzione artistica di Antonella Iallorenzi (compagnia teatrale Petra) e il coordinamento di Franco Ungaro.

Prevede la realizzazione delle seguenti attività:

Due workshop a Campi Salentina (Le) diretti dal regista Massimiliano Civica e dalla regista Maja Kleczewska

CALL PER ATTRICI, ATTORI, PERFORMERS E DANZATORI

Workshop teatrale diretto
da Massimiliano
Civica 
Campi Salentina (Le)
8-12 maggio 2018

Una residenza artistica internazionale sul tema della vergogna a Skopje, che comprende:

a) panel tematico pubblico con esperti internazionali (scrittori, artisti, filosofi, antropologi, ecc)
b) incursioni artistiche dei partecipanti nella comunità locale
c) workshop di teatro e danza diretti da Sharon Fridman e Silvia Gribaudi
d) workshop di drammaturgia diretto da Jeton Neziraj

2ª CALL PER ATTRICI, ATTORI, PERFORMERS E DANZATORI

Workshop teatrale diretto RADOSŁAW RYCHCIK (Polonia).
Dal 3 al 7 novembre 2018

Residenza artistica a Skopje
Dal 27 novembre al 15 dicembre 2018

Creazione dello spettacolo finale a Matera con l’individuazione del format performativo che debutterà a Matera all’interno degli eventi previsti nel ricco programma culturale di Matera 2019.

Incontro sulla internazionalizzazione delle arti a Matera.

La performance

La performance finale sarà realizzato in parte attraverso un format tradizionale e in parte attraverso un nuovo format performativo che unisce corpo e parola con modalità di coinvolgimento dei differenti pubblici e delle differenti comunità, in spazi e luoghi diversi.

Nella drammaturgia dello spettacolo e dentro la residenza artistica a Skopje confluiranno riflessioni, pratiche, suggestioni provenienti dal campo delle arti performative, della letteratura, delle scienze umane e sociali nonché le narrazioni delle comunità locali attive nello spazio europeo e balcanico.

Programma

PRIMA TAPPA DI AVVICINAMENTO ALLA RESIDENZA ARTISTICA E ALLA CREAZIONE DELLA PERFORMANCE

Workshop teatrale sul tema della vergogna organizzato  diretto dal regista Massimiliano Civica.
Al workshop parteciperanno attori/attrici/danzatori nazionali e internazionali interessati a far parte del cast della produzione prevista per Matera 2019.

I partecipanti lavoreranno sulla voce naturale e sulla recitazione corale, su improvvisazioni guidate e composizione di brevi scene mute, sulla costruzione di un racconto efficace e coerente sul tema della vergogna.

Modalità di partecipazione: Call internazionale

Il workshop si terrà presso la sede dell’Accademia a Campi Salentina (Lecce).

Orari di lavoro: 15:00-21:00.

CALL PER ATTRICI, ATTORI, PERFORMERS E DANZATORI

Workshop teatrale diretto da Massimiliano
Civica 
Campi Salentina (Le)
8-12 maggio 2018

SECONDA TAPPA DI AVVICINAMENTO ALLA RESIDENZA ARTISTICA DI SKOPJE E ALLA CREAZIONE DELLA PERFORMANCE

Workshop teatrale sul tema della vergogna organizzato dall’Accademia Mediterranea dell’Attore di Lecce diretto dal regista RADOSŁAW RYCHCIK (Polonia).
Al workshop parteciperanno gli allievi dell’Accademia e attori/attrici/danzatori nazionali e internazionali interessati a far parte del cast della produzione prevista per Matera 2019.

Rychcik Radoslaw

Modalità di partecipazione: Call internazionale

Il workshop si terrà presso la sede dell’Accademia a Campi Salentina (Lecce).

Orari di lavoro: 15:00-21:00.

2ª CALL PER ATTRICI, ATTORI, PERFORMERS E DANZATORI

Workshop teatrale diretto Maja Kleczewska
Dal 3 al 7 novembre 2018

Residenza artistica a Skopje
Dal 27 novembre al 15 dicembre 2018

Workshop teatrale per i detenuti della casa Circondariale di Matera

Workshop teatrale - Casa Circondariale di MateraLaboratorio sul tema della vergogna condotto dalla direttrice artistica del progetto, Antonella Iallorenzi, per i detenuti della Casa Circondariale di Matera. Un momento di riflessione sul significato della parola vergogna in carcere, il luogo che ospiterà il cast nella fase di produzione della performance finale, tra il 21 gennaio e il 9 marzo, e aprirà le porte agli spettatori durante il debutto.

PANEL INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA VERGOGNA

Un incontro tematico aperto al pubblico a Matera nel quale parteciperanno personalità della scena culturale e teatrale balcanica ed europea.

Shame Talk è il fondamentale confronto con il pubblico, un incontro per approfondire il tema “vergogna” attraverso le riflessioni dei relatori.
Nella tavola rotonda, moderata dalla ricercatrice Rossella Vignola dell’Osservatorio Balcani Caucaso-Transeuropa, studiosi ed esperti propongono una riflessione multidisciplinare sul tema della vergogna. Attraverso il cinema, la letteratura, l’antropologia, la poesia, l’architettura ripercorrono diverse traiettorie
storiche e sociali, esaminando le diverse manifestazioni del sentimento della vergogna e le possibilità di riscattarlo.

In apertura, lo scrittore Mario Desiati compone una sorta di “alfabeto della vergogna” che esplora i significati e le sfumature che il termine assume in alcune lingue e dialetti. Mario Bianchi, autore, regista e critico teatrale, mostra una selezione di sequenze di capolavori cinematografici che raccontano il ribaltamento della vergogna in splendore e bellezza. L’architetto Cristina Amenta, muovendo dall’esempio positivo rappresentato dalla Il progetto La poetica della vergogna intende esplorare in forma artistica e performativa le
diverse declinazioni – etiche, sociali, ambientali, antropologiche, letterarie – del sentimento della vergogna riflettendo su segni, simboli, significati, tradizioni, delle comunità che conoscono il sentimento della vergogna.

Matera, città che ha ribaltato il suo destino, è portatrice di una storia universale ed emblematica e in un tempo in cui imperversano nazionalismo e politica identitaria, Matera, che ha operato la sua trasformazione attraverso una graduale ricostruzione del rispetto per sé, può forse mostrare che esistono strade
alternative per reagire all’umiliazione della subalternità.
L’esito finale del progetto, una performance che debutterà a marzo 2019, sarà il frutto di un processo di ricerca caratterizzato da due workshop a Lecce (diretti da Massimiliano Civica e Radosław Rychcick) e una residenza artistica in Macedonia, a Skopje (diretta da Silvia Gribaudi, Sharon Fridman e Jeton Neziraj), al temine della quale saranno selezionati i componenti del cast della performance.

Questi ultimi, a partire da gennaio, lavoreranno alla produzione in un luogo di per sé significativo, la Casa Circondariale di Matera, dove è peraltro in vicenda di Matera, illustra la peculiare relazione tra il sentimento della vergogna e le forme dell’architettura nell’Europa contemporanea. Spostandoci nell’Europa sud orientale,
l’antropologa Stephanie Schwandner-Sievers affronta il tema della vergogna nelle relazioni sociali transnazionali, mostrando come tale sentimento sia collegato alla perdita di soggettività e di capacità di azione, e come il riscatto derivi dal riappropriarsi del controllo sul proprio destino.

Giuliano Geri, esperto di letteratura del Sud-est Europa, ci propone un percorso nella narrativa post-jugoslava che intreccia il tema della vergogna tra il piano storico-sociale e quello privato e intimistico dei personaggi delle opere esaminate. Fatos Lubonja, scrittore e intellettuale albanese, riproponendo la vicenda dell’Albania e la sua transizione post-comunista, illustra come le società che dimenticano il proprio passato siano incapaci di comprendere il presente e finiscano per negare se stesse. Infine, la poetessa giapponese Misumi Mizuki fa scoprire il sentimento della vergogna (haji) come perdita dell’onorabilità sociale.

RESIDENZA ARTISTICA

Workshop di drammaturgia diretto da Sharon Fridman.

Al workshop parteciperanno attori/attrici/danzatori nazionali e internazionali interessati a far parte del cast della produzione prevista per Matera 2019.

Il workshop si terrà a Skopje.

PANEL INTERNAZIONALE SUL TEMA DELLA VERGOGNA

Incontro pubblico sul tema della vergogna con personalità della scena culturale e teatrale balcanica ed europea. Beneficiari del panel saranno cittadini e pubblico in generale, studenti e artisti.

RESIDENZA ARTISTICA

Workshop di teatro e danza diretti da Jeton Naziraj e Silvia Gribaudi

Al workshop parteciperanno attori/attrici/danzatori nazionali e internazionali interessati a far parte del cast della produzione prevista per Matera 2019 . A conclusione della residenza si arriverà alla definizione finale del cast dello spettacolo.

Durante la residenza sono previste delle incursioni artistiche nella città per coinvolgere artisti e cittadini sul tema della vergogna.

Il workshop si terrà a Skopje.

PRODUZIONE E DEBUTTO

Prove e premiere dello spettacolo a Matera con la direzione di Silvia Gribaudi a Matera.

Silvia Gribaudi

Silvia Gribaudi

FORUM INTERNAZIONALE

Incontro sulla internazionalizzazione delle arti con la paretcipazione di direttori artistici e programmatori internazionali a sostegno della circuitazione dello spettacolo.

Coproduttori

Partner di progetto

compagniaTeatralePetra-web

Compagnia Teatrale Petra
(Satriano di Lucania (PZ) – Italy)

artopia

Artopia
(Skopje – Macedonia)

ballo

Ballo
(Podgorica – Montenegro)

logoqendrax85

Qendra Multimedia
(Pristina – Kossovo)

ama

Accademia Mediterranea dell’Attore
(Lecce – Italy)

Osservatorio Balcani Caucaso
(Trento – Italy)

Media Partner

Digital Wolf - Media Partner

Digital Wolf
(Potenza – Italy)

Regione Basilicata-100
Fondo per lo Sviluppo e la Coesione

Compagnie fondatrici
IAC